Riflessi – La prima mostra: come e perchè– gennaio 2020

In sei mesi, circa 100 tele. Questi, più o meno, i numeri del mio primo periodo da amante del colore.

100 tele sono tante, 6 mesi, forse, pochi.

…Cresce sempre più – Dalla scintilla, un fuoco. – Estate 2019

“E’ bellissimo! Bravo papà!!!”

La prima persona alla quale ho voluto mostrare la tela “imbrattata” numero 1, è stata mia figlia Alberta, occhi attenti e curiosi, vocina acuta e pronta. Naturalmente, per una bambina di due anni e mezzo, ciò che fa il suo papà è sempre e necessariamente una meraviglia: baci, abbracci e applausi il mio premio, ma…mentre Alberta aveva già dimenticato le linee curve e sofferenti della mia piccola baia ed era tornata ai suoi giochi preferiti, io sentivo di avere bisogno di un parere più oggettivo.

Prime commissioni e vendite – Dicembre 2019

Qual è la differenza tra un bisogno e un desiderio?

Credo che sia possibile intendere il bisogno come un’esigenza capace di trovare una soddisfazione individualistica. E’ una parola forte, che suggerisce una dimensione di necessità. Anche il termine desiderio indica una tensione imprescindibile, ma, forse, è un movimento che, più spesso, richiede fantasia e coraggio e che, a differenza del bisogno, si inscrive sempre – o quasi – dentro lo spazio della relazione.

giugno 2019

Andrea è un ragazzo speciale: sembra che sorrida sempre, anche quando c’è qualcosa che lo turba o lo preoccupa. Ha buon orecchio, senso del ritmo e grande passione per la musica, per questo ha scelto il Liceo Musicale.

L’ho incontrato a scuola nell’anno scolastico 2018/19: primo anno di Liceo per lui, prima esperienza come docente di sostegno per me.

No More Article

Log in or Sign up